Ablazione.org – Terapia delle aritmie

A cura del Dr. Igino Contrafatto M.D. – Cardiac Electrophysiology – Salus Hospital – Reggio Emilia

Scompenso Cardiaco e Betabloccanti

Ormai, da circa venti anni è ormai scientificamente dimostrato che i farmaci betabloccanti migliorano le condizioni dei pazienti che soffrono di Scompenso Cardiaco. Tuttavia, ancora oggi, spesso questi farmaci sono utilizzati a dosaggi inadeguati alle loro reali potenzialità.
Una recente revisione di alcune ricerche degli ultimi dieci anni, in cui sono stati impiegati i farmaci betabloccanti per la cura dello scompenso cardiaco, ha mostrato che quando i pazienti sono trattati a pieno dosaggio di betabloccante, essi hanno una riduzione di un terzo delle probabilità di morte o di ricovero per scompenso.

Major finding: Heart failure patients on recommended beta-blocker dosages had 33% fewer deaths or hospitalizations than did patients on lower dosages.

Data source: A post hoc subgroup analysis of results from RAFT, with 1,798 patients with heart failure at 34 worldwide sites. (RAFT Study N. Engl. J. Med. 2010;363:2385-95)